Colpo di Frusta: Cos’è, Sintomi e Rimedi

Il colpo di frusta è un trauma distorsivo comune, che si verifica soprattutto in seguito a incidenti stradali, ma anche violenza fisica e sport di contatto e che può incidere in modo rilevante sullo stato di salute.
In questo breve approfondimento, vedremo come si verifica il colpo di frusta, come si presenta e con quali sintomi, i tempi di guarigione e come l’osteopatia possa aiutare nel processo di recupero.

Che cos’è il colpo di frusta?

Il colpo di frusta è appunto un trauma che avviene in seguito ad un movimento brusco di testa e collo in maniera simile a quello di una frusta.
Spesso il colpo avviene sul piano antero-posteriore, ma questo può variare in base alla tipologia di incidente, e dalla direzione del colpo.
Il movimento improvviso porta a un grande stress muscolare e articolare a livello cervicale e nella zona laterale del collo verso le spalle.
Per non parlare del colpo subito dal torace, tramite il vincolo della cintura, come nel caso di un incidente stradale.

Sintomi del colpo di frusta, quali sono e come riconoscerli?

I sintomi più comuni del colpo di frusta possono essere vari e variabili, passando da disturbi lievi a severi e disturbi che insorgono subito dopo il trauma o nelle ore successive fino ad alcuni giorni dopo.

Ecco alcuni esempi comuni:

  • Dolore al collo e rigidità
  • Mal di testa, spesso verso la base del cranio
  • Capogiri
  • Stanchezza
  • Senso di nausea

Bisogna ricordare che l’elenco non è esaustivo e la gamma di disturbi è ampia e l’esperienza di tali sintomi può essere molto individuale.
In generale dopo un incidente è comune consigliabile passare almeno da un controllo medico per escludere disturbi di maggiore entità e talvolta a questo scopo si deve eseguire un esame strumentale come una radiografia se ritenuto opportuno dal medico stesso.

I tempi di guarigione del colpo di frusta

Anche qui tutto è abbastanza variabile, a seconda del tipo di infortunio, dall’entità del trauma e ovviamente anche dallo stato di salute individuale.
Nella maggior parte dei casi entro poche settimane si ha un miglioramento netto, ma non è infrequente che i sintomi possano persistere per alcuni mesi fino a diventare addirittura cronici. Ovviamente una valutazione precoce e tempestiva seguiti da un trattamento adeguato risultano cruciali per controllare i tempi di recupero.

L’osteopatia nel trattamento del colpo di frusta

Il trattamento osteopatico e più in generale la terapia manuale sono un valido supporto per la gestione del colpo di frusta. L’obiettivo è quello di accompagnare nella gestione del dolore e di supportare il recupero funzionale.
Il compito principale dell’osteopata è quello di mettere in sicurezza il trattamento, cioè di valutare la situazione di partenza del paziente, visto che come abbiamo già visto la presentazione dei sintomi è varia e soggettiva.
La valutazione spazia dalla gestione della funzione muscolo-articolare cervicale e del torace, che viene anch’esso coinvolto nel trauma.
La parte di trattamento legata al tratto cervicale è sempre un lavoro dolce e molto poco invasivo soprattutto nelle fasi iniziali dopo il trauma, per evitare di peggiorare i sintomi.
Una volta gestita la parte più rilevante del dolore il collo deve ovviamente ricominciare a muoversi attivamente. In questo caso gli esercizi di mobilità e di rinforzo rappresentano un passaggio fondamentale per il benessere di medio-lungo termine.

E il collare? Il suo ruolo nel trattamento del colpo di frusta

L’uso del collare di solito inizia subito dopo il primo soccorso in caso di traumi di entità medio-alta.
Le tempistiche sono sempre prescritte accuratamente dal medico e quindi come tali, per una questione di sicurezza, vanno rispettate.
Bisogna però chiarire che l’uso eccessivamente prolungato del collare specialmente in casi di traumi lievi è da considerarsi un fattore che potrebbe interferire negativamente con il miglioramento funzionale del collo limitandone troppo il movimento.

Alcuni spunti per la prevenzione e la cura del colpo di frusta

Può sembrare banale, ma la prevenzione riveste un ruolo davvero importante.
Abbiamo citato i traumi stradali, la violenza fisica e gli sport di contatto, tutte situazioni che però non sempre possono essere dominate, ma che spesso sono frutto di casualità che portano al trauma.
Questo rende la situazione imprevedibile e di conseguenza sta ad ognuno di noi mantenere una buona forma fisica a livello muscolare, avere una buona ergonomia di guida e praticare sport in sicurezza per limitare i rischi.
Il trauma del colpo di frusta può avere un impatto importante sulla vita di una persona.
Riconoscere tempestivamente i sintomi gestendoli con un approccio graduale sia passivo, ma soprattutto attivo, nel medio-lungo termine garantirà un risultato migliore nel processo di guarigione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *